Sei in: Accueil du site · Corsi · Comunicazione Pubblicitaria 2015-2016 (Prof. Elisa Giomi)
Alberto Clementi, Forme immanenti. Città e innovazione : Achille Bonito Oliva, Gregorio Botta, Paolo Desideri, Anna Laura Palazzo, Alfredo Pirri, Enrico Menduni. Dip. di Architettura, Mercoledì 27 aprile, ore 18.
Richard Grusin a Roma. L’autore di "Remediation" e di "Radical Mediation" con Roberto De Gaetano, Pietro Montani, Stefano Velotti ed Enrico Menduni. Venerdì 17 maggio, ore 17,30, Sapienza Villa Mirafiori (V. Carlo Fea 2).
Mercoledì 19 aprile, Milano, ore 18, 30.
Presentazione di Andare per treni e stazioni di Enrico Menduni a "Tempo di Libri" (Milano Rho Fiera, Sala Gothic). Con Gianni Canova e Alessandro Cecchi Paone.

mediastudies.it

Per la Laurea magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo Comunicazione Pubblicitaria 2015-2016 (Prof. Elisa Giomi)

***************************************************************
RISULTATI DELL’ESONERO DEL 6 APRILE 2016

Leggere quanto segue prima di aprire il file !
I risultati complessivi dell’esonero sono molto buoni, complimenti alla classe. Per la precisione : 37 compiti con valutazione alta (dal 27 in su), 13 compiti con valutazione buona (tra 24 E 26), 6 con valutazione più bassa (18-23).

PRECISAZIONI IMPORTANTI SUI COMPITI

- Ciascuna delle 5 domande attribuiva 6 punti come punteggio massimo ;
- I mezzi punti sono arrotondati per eccesso
- Per la campagna sociale “Cocaine Kills” la mancata rilevazione dell’ambivalenza teschio/naso non è stata penalizzata in quanto alcuni studenti e studentesse delle prime file non hanno potuto rilevarla a causa dell’illuminazione troppo forte, che dal loro punto di osservazione impediva la messa a fuoco dello sfondo nero con il volto e quindi la corretta interpretazione dell’immagine
- E’ possibile prendere visione del compito durante orario di ricevimento della docente, informandola preventivamente
- Quanto segue non c’entra con i compiti ma riguarda le tesi, visto che continuate a chiederne. C’è una piccola novità :

Martedì 3 maggio alle ore 14 in Aula B3 Dams organizzo con i proff. Perrotta, Novelli e Tota organizzano, congiuntamente alla Sapeinza, il seminario “Questioni di genere nel giornalismo italiano”. A moderare la discussione Silvana Mazzocchi, storica giornalista di Repubblica, e Giorgio Zanchini, anchor di Radio Anch’io (Rai).
Ve lo segnalo perché verranno illustrate prospettive di ricerca su cui intendiamo lavorare prossimamente e quindi affidare tesi, per cui se siete interessate/i, vi consigliamo di prendere parte al seminario, valutare e confermare l’eventuale interesse via mail scrivendo a me (io per adesso posso mettere in lista, ma come specificato a diversi di voi, rinizierò a prendere tesi da settembre). Anticipo che le prospettive di cui parleremo al seminario sono : il “genere” della voce nel giornalismo radiofonico : quali ambiti di competenze per uomini e donne ? (Perrotta) ; il femminicidio nella stampa italiana (Giomi) ; le nuove tecnologie applicate al newsmaking : differenze di opportunità per uomini e donne ? (Comunello) ; la rappresentazione delle donne politiche nei talk show italiani. E molto altro.

VERBALIZZAZIONE Leggere specifico paragrafo in questa pagina, comunque : se il voto vi soddisfa dovete iscrivervi a uno degli appelli di esame e procederò in automatico alla verbalizzazione ; se non vi soddisfa potete integrarlo realizzando una campagna sociale su un tema che concordiamo assieme (violenza maschile sulle donne, se volete, ma anche altro). Se insufficiente dovete replicare l’esercitazione iscrivendovi e presentandovi ad uno degli appelli di esame. Come sapete, per me è importante che questo corso possa fornirvi qualche piccolo strumento pratico, e che rimaniate soddisfatti del vostro risultato. Pertanto, per quanto mi riguarda, siete liberi/e di integrare persino i 29.

Zip - 11.4 ko
Risultati esonero Com. Pubblicitaria 6.4.16

Contenuti
Nella prima parte del corso illustreremo la comunicazione pubblicitaria classica. Forniremo cenni sul mercato pubblicitario italiano, i settori in cui si concentrano gli investimenti ed i media più "gettonati" ; illustreremo dunque il funzionamento di un’agenzia pubblicitaria, i principali profili professionali e le articolazioni del processo creativo che porta allo sviluppo di una campagna pubblicitaria. Ci soffermeremo quindi sui diversi formati (annunci stampa, manifesti, comunicati radio e televisivi, ecc.) e sul loro funzionamento. Chiuderemo con un’incursione nell’ambito del marketing esperienziale e della pubblicità che si avvale del transmedia storytelling.
La seconda parte del corso è dedicata a quella che da sempre costituisce una grande ‘risorsa’ ma anche un elemento di profonda criticità della comunicazione pubblicitaria : l’impiego di stereotipi . Dopo un essenziale inquadramento teorico del concetto di stereotipo, del suo funzionamento e delle ragioni della sua ‘efficacia’, analizzeremo tre ordini di stereotipi in pubblicità : 1) genere e ‘eteronormatività (ovvero la tendenza a rappresentare prevalentemente coppie eterosessuali 2) età (perché la pubblicità privilegia i giovani ? A quali categorie commerciali sono riservati gli uomini anziani ? E le donne ?) 3) razza (in quali ruoli e forme compaiono i non Caucasici ?). Spot, inserzioni su carta stampata, cartellonistica pubblicitaria e campagne sociali verranno decostruiti e ricostruiti allo scopo di scardinare i molti ‘luoghi comuni’ della comunicazione ed elaborare forme di pubblicità più efficaci/di maggiore qualità proprio perché capaci non sessisti, razzisti o in altro modo discriminatori.
Il focus di questa parte, così come molti dei case studies illustrati, sarà costituito dalla pubblicità sociale, di cui metteremo in evidenza casi virtuosi ma anche l’abbondante impiego di stereotipi.
Il caso di studio che prenderemo in esame verterà sulle campagne contro la violenza maschile sulle donne, un argomento di stretta attualità ma su cui la comunicazione deve ancora trovare formule adeguate. Questo è anche il tema della eventuale esercitazione a gruppi (leggere sotto).

Momenti formativi supplementari sul tema della violenza maschile contro le donne
1) Martedì 8 Marzo, Teatro Palladium, Seminario pomeridiano e spettacolo serale presso il Teatro Palladium “La Sposa Bambina”
2) Martedì 22 Marzo, spettacolo serale presso il Teatro Palladium, “Uomini che ci provano”, a cura di Parteciparte : uno spettacolo di Teatro Forum in cui il pubblico può intervenire e cambiare le cose…

Obiettivi
Il corso ha due obiettivi : 1) promuovere la comprensione e l’analisi critica del funzionamento comunicativo della pubblicità e degli stereotipi (di sesso, razza, classe) cui essa ricorre ; 2) elaborare immagini e immaginari diversi, alternativi al mainstream, stimolando la creatività e allenando lo sguardo di studenti e studentesse, così che essi/e possano un domani svolgere le professioni della pubblicità in modo originale e più efficace
Il corso infatti è concepito in modo da bilanciare teoria e pratica e mira, per quanto possibile, ad essere ’professionalizzante’, fornendo cioè sia strumenti critici che operativi. Per questa ragione, il programma e le modalità di esame per gli studenti frequentanti differiscono da quelle dei non frequentanti.

Modalità di esame per frequentanti
Il corso si intende regolarmente superato se se ne frequenta almeno il 75% (verranno prese le firme di frequenza). L’esame finale per i frequentanti consiste in un’esercitazione che si svolge l’ultimo giorno del corso, della durata di due ore/due ore e mezzo, in cui studenti e studentesse devono rispondere a tre domande inerenti il contenuto delle lezioni e il libro di testo (A. Testa) e analizzare 2 pubblicità commerciali e 2 campagne sociali.
E’ molto importante poter svolgere l’esercitazione finale al termine del corso, quando i contenuti impartiti sono ancora freschi ; tuttavia, per chi si trovasse impossibilitato a partecipare, potrà sostenerla in uno degli appelli delle sessioni di esame, scrivendo preventivamente alla docente.
Se gli studenti non sono soddisfatti del voto riportato, possono migliorarlo attraverso l’ideazione di una campagna sociale dedicata alla violenza maschile contro le donne. Contrariamente a quanto comunicato in precedenza, e mi scuso per la variazione, ho constatato che ai fini dell’attribuzione del voto, risultando difficile stabilire l’apporto individuale di ciascuno/a alla campagna, risulta necessario realizzare la campagna individualmente. Vi è un’opzione alternativa, che può essere svolta in coppia, e che consiste nell’analisi di una puntata di una serie TV con il medesimo tema (violenza maschile sulle donne) secondo una griglia di analisi preimpostata (scrivere alla docente se interessate/i). In ogni caso la consegna del lavoro è fissata per il 10 giugno.
Le slides delle lezioni verranno pubblicate su questa pagina

Testo di supporto : A. Testa, La pubblicità, Il Mulino, Bologna, 2007.

Modalità di esame per non frequentanti
L’esame si svolge in forma scritta e verte su due testi :
A. Testa, La pubblicità, Il Mulino, Bologna, 2007.
L. Corradi, Specchio delle sue brame : analisi socio-politica delle pubblicità . Genere, classe, razza, età ed etero sessismo, Ediesse, Roma, 2012.

SLIDES DELLE LEZIONI

_


Suivre la vie du site RSS 2.0 | Espace privé | SPIP