Sei in: Accueil du site · Corsi · Corso Gender e Media 2015-16 (Prof. Elisa Giomi)
AVVISO
Dall’appello del 20 giugno non sarà in alcun caso possibile effettuare gli esami senza regolare prenotazione sul portale, di cui gli studenti dovranno mostrare la ricevuta.
Richard Grusin a Roma. L’autore di "Remediation" e di "Radical Mediation" con Roberto De Gaetano, Pietro Montani, Stefano Velotti ed Enrico Menduni. Venerdì 12 maggio, ore 17,30, Sapienza Villa Mirafiori (V. Carlo Fea 2).
Giovedì 18 maggio, Lecce, Libreria Adriatica, ore 17.
Presentazione di Andare per treni e stazioni di Enrico Menduni. Con Annantonia Margiotta, Federico Lucarini, Raffaele Gorgoni.

mediastudies.it

Per la laurea magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale Corso Gender e Media 2015-16 (Prof. Elisa Giomi)

RISULTATI APPELLO 18 FEBBRAIO

Zip - 7.8 ko
Risultati appello 18 febbraio

Orari delle lezioni
Le lezioni si tengono lunedì e mercoledì dalle ore 9,30 alle ore 12 presso il Polo Aule Dams

Programma Corso ‘Gender e Media’

Contenuti
Il corso si incentra sul rapporto tra rappresentazioni/usi mediali e processi di costruzione dell’identità di genere e sessuale. I materiali simbolici forniti dai media (immagini, storie, valori, ecc..) e le forme di interazione sociale che si sviluppano entro gli ambienti mediali (dalla tv tradizionale ai social network) contengono precisi modelli di femminilità e maschilità. TV, web, cinema, giornali, ecc. attribuiscono direttamente e indirettamente interessi, capacità, attitudini e aspirazioni diverse a donne e uomini. Così facendo, essi offrono risorse utili nel processo attraverso cui tutte e tutti sviluppiamo la nostra identità di genere, imparando a vestirci, comportarci e desiderare da uomini o donne, e a relazionarci con persone del nostro e dell’altro sesso.
Ma spesso le rappresentazioni offerte dai media agiscono in modo molto prescrittivo, veicolando un preciso ‘dover essere’ che rischia di limitare la libertà e l’autenticità degli individui, nonché di rafforzare un arcaico sistema di potere di genere.
Definiremo dapprima cosa si intende per ‘genere’, per ‘sesso’ e per ‘identità di genere’ ; passeremo poi in rassegna i principali approcci e contributi teorici che si sono susseguiti, a partire dagli anni ’70, nello studio del rapporto tra identità di genere e media, e infine ci concentreremo sull’analisi di concreti prodotti mediali. Serie televisive e programmi della makeover television, film, quotidiani e riviste, blog e altre forme di auto-rappresentazione offerte dal web saranno esaminate allo scopo di individuarne i limiti : immagini denigratorie o addirittura macchiettistiche di maschi e femmine, visioni non realistiche di corpi e sessualità, funzionamento intermittente della visibilità mediale, accordata solo a un certo tipo di donne, di uomini, di coppie e di famiglie.
Particolare attenzione verrà dedicata alla rappresentazione della violenza, ambito ricco di stimoli per riflettere sulla costruzione mediale del femminile, del maschile e delle relazioni fra i sessi. Il percorso proposto si snoda tra generi factual (l’informazione, la produzione documentaristica) e generi fictional (fumetti, serie TV, film) per indagare la produzione discorsiva di vittime e carnefici, soffermandosi in particolare sull’aggressività femminile e le donne che esercitano violenza.

Obiettivi
Il corso ha due obiettivi : 1) promuovere la comprensione e l’analisi critica del modo in cui maschile e femminile sono rappresentati nel sistema dei media e di come questo possa contribuire tanto a legittimare quanto a scardinare disuguaglianze e discriminazioni di genere ; 2) elaborare immagini e immaginari diversi, alternativi al mainstream, stimolando la creatività e allenando lo sguardo di studenti e studentesse, così che essi/e possano un domani svolgere le professioni della comunicazione in modo originale e efficace.

Schema degli argomenti affrontati (indice provvisorio)
1) La differenza e la norma invisibile. Analisi di alcuni sistemi semiotici (la lezione prevede una sorta di ‘caccia al tesoro’ in cui si chiede a studenti e studentesse di dividersi a gruppi e trascorrere un’ora in giro per la città allo scopo di scattare foto secondo le istruzioni fornite dalla docente)
2) Determinismo biologico, sesso, genere, identità di genere e ruoli di genere
3) Genere e media : approcci teorici e correnti di pensiero dagli anni ’70 a oggi
4) Eroi e eroine nel cinema di mainstream di oggi e di ieri : da ’Rocky 2’ a ’Honey 2’
5) Eroine in generi/contesti maschili : fumetti, serie TV e film tra horror, fantascienza, western e crime.
6) Violent femmes : il ’rape-revenge motive’ nella cultura mediale popolare
7) Focus su Millennium Trilogy di Stieg Larsson : l’aggressione maschile e l’aggressività femminile. Un approccio psicanalitico
8) Genere e violenza nel giornalismo : ’vittime ideali e ‘donne perfette’, aggressori tipici e ‘uomini cattivi’ nel racconto del femminicidio tra stampa e telegiornali
9) La makeover television
10) La pubblicità commerciale. Uomini, donne e l’ideologia della ‘eteronormatività’ in spot e cartellonistica pubblicitaria

Modalità di verifica
L’esame si svolge in forma scritta.

Testi di esame
1) Elisa Giomi, Gender e Media. I Quaderni, Edizioni PGreco, Roma (in corso di stampa)
2) Saveria Capecchi, Elisabetta Ruspini, Media, corpi, sessualità. Dai corpi esibiti al cyber sex, FrancoAngeli, Milano, 2009

SLIDES DELLE LEZIONI

PowerPoint - 1.4 Mo
GEM lezione 1 5 ott
PowerPoint - 4.3 Mo
GEM lezione 2 7 ott
PowerPoint - 1 Mo
GEM lezione 3 12 ott
PowerPoint - 1 Mo
GEM lezione 4 14 ott
PowerPoint - 1.5 Mo
GEM lezione 5 19 ott
PowerPoint - 6.9 Mo
GEM lezione 6 21 ott
PowerPoint - 1 Mo
GEM lezione 7 26 ott
Zip - 173.7 ko
GEM lezione 8 28 ott
PowerPoint - 1.3 Mo
GEM lezione 9 2 nov
PowerPoint - 1.7 Mo
GEM lezione 10 4 nov

Suivre la vie du site RSS 2.0 | Espace privé | SPIP